PRIMO PIANOSport

L’Acireale perde in casa, la C sempre più vicina per la Gelbison

.La prudenza non è mai troppa, soprattutto nel calcio, dove l’imprevedibilità spesso diventa una costante. Mai esultare e festeggiare prima, sempre aspettare la matematica. Ma dopo la sconfitta di oggi dell’Acireale, battuto 1-0 in casa dal Castrovillari, nel secondo dei tre recuperi che la squadra granata ha in calendario, a Vallo Della Lucania si pensa che ormai è quasi fatta per quello che sembrava potesse essere solo un sogno, e che invece si sta tramutando in realtà. Anche mettendo caso che l’Acireale vinca il restante recupero, e che sia loro sia la Cavese vincano tutte e quattro le partite che mancano alla fine del campionato, alla Gelbison basterebbe fare 3 vittorie su quattro per arrivare prima e andare in serie C. Lo stesso allenatore dell’Acireale, nella conferenza stampa del post partita di oggi, con le parole di ringraziamento spese nei confronti dei suoi calciatori, ha in pratica alzato bandiera banca. 15 anni fa la Gelbison vinceva il suo primo campionato, quello di Eccellenza, in una marcia trionfale che le vide vincere quasi tutte le 30 partite. Un trionfo che fece esplodere di gioia un’intera città. Raggiungere la serie D significò allora davvero un qualcosa di grande, per una città di neanche 10mila abitanti. Ora, 15 anni dopo, si potrebbe festeggiare un qualcosa di ancora più grande, una cosa tanto impensabile quanto unica fino a qualche anno fa: il raggiungimento della serie C e l’avvento nel calcio professionistico. Ma, tornando a quanto scritto ad inizio articolo, bisogna mantenere calma e lucidità. Se per buona parte dei tifosi è normale lasciarsi travolgere dall’entusiasmo, i dirigenti, così come l’allenatore e i calciatori, dovranno rimanere concentrati sull’obiettivo. Ma la società, ed il gruppo allenatore/staff/squadra, hanno già dimostrato in passato di saper gestire le emozioni e le pressioni, indipendentemente dal fatto che esse siano state negative o positive. E questa è la cosa più importante da fare adesso. Concentrazione massima e testa alla prossima partita, che vedrà la compagine rossoblù, nel turno infrasettimanale di giovedì prossimo, incontrare fuori casa il Trapani.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato blocco pubblicitario

Abbiamo rilevato che hai attivato un software per il blocco delle pubblicità. La nostra testa online ha bisogno di queste inserzioni per rimanere attiva e garantire un servizio di qualità. Non ti chiediamo nulla se non di vedere qualche banner in cambio di notizie aggiornate. Grazie La TV di Gwendalina