Sport

Serie D: il 2023 di Gelbison e Santa Maria

Ripercorriamo l'anno di Gelbison e Santa Maria

Si avvicina la fine dell’anno ed è tempo di bilanci. Anche per i club calcistici del nostro territorio. In questo primo articolo ripercorreremo il 2023 della Gelbison e del Santa Maria. Un annata che non potrà essere considerata tra le migliori per i vallesi, anzi che ha visto un ridimensionamento dei rossoblu, i quali comunque per la prima volta nella storia hanno toccato la vetta del professionismo, questo dall’ambiente non dovrà mai essere dimenticato, con la storica promozione in Serie C del 2022.

Quattro cambi di panchina in C

Quattro gli allenatori cambiati in terza serie (Esposito, De Sanzo, ancora Esposito e stagione finita con Galderisi), ma l’annata era iniziata con il pareggio contro l’Avellino del 7 gennaio 2023. Il 21 gennaio la vittoria interna contro la Virtus Francavilla aveva acceso gli entusiasmi, anche perchè in quel momento i rossoblu veleggiavano in una posizione piuttosto tranquilla, poi una lunga sequela di pareggi fino all’ immeritata sconfitta interna contro il Messina del 12 febbraio. Lì è arrivato un esonero per De Sanzo che forse poteva essere rivisto perchè la squadra ha subito ripercussioni non da poco. Ci sono state critiche sul gioco che mancava, che in effetti aveva riscontri veritieri, ma secondo alcune analisi dal quale il mio pensiero si discosta nettamente, ci si è soffermati su pindarismi poco concreti per la stagione che doveva fare la Gelbison e questa è stata, a parere di chi vi scrive, una grandissima spada di Damocle sul capo dei rossoblu.

L’amara retrocessione e la Serie D

Il resto è storia con la grave sconfitta interna del 2 aprile con la Viterbese, che ha lasciato il via alla breve gestione Galderisi. Lì è arrivata la dolorosissima sfida playout contro il Messina, persa anche per grande sfortuna dopo l’1-0 ottenuto in casa dai rossoblu. La società del presidente Puglisi comunque non si è persa d’animo, ha affrontato la retrocessione con dignità ed ha costruito una squadra in grado di competere pur nel girone H di Serie D. Eppure la Gelbison di questa stagione non riesce più ad ingranare: dopo un avvio difficile, sembrava esser arrivato il sereno con le tre vittorie consecutive contro Angri, Martina e Santa Maria. Sconfitta interna brutta con il Fasano, ma poi la squadra si era ripresa con la Paganese, prima di subire una grande involuzione dal punto di vista delle prestazioni quasi inspiegabile: l’1-0 col Bitonto in casa, piuttosto fortunoso era un fuoco di paglia, poi un discorso ormai noto con le cinque sconfitte consecutive di cui quattro della gestione Erra. Per il 2024 auguriamo ai rossoblu di ritrovare qualche risultato in più, utile anche a programmare la risalita nell’ annata successiva. Intanto bisogna mettere in sicurezza questa stagione.

Santa Maria

Il Santa Maria ha affrontato tutto il 2023 in Serie D. Ed è comunque una buona notizia considerato che la società del presidente Tavassi non ha una lunga militanza storica in questa categoria. I giallorossi al termine della stagione scorsa sono riusciti a conquistare 45 punti ottenendo una salvezza tranquilla, conquistata soprattutto grazie al fattore Carrano, dove è addirittura arrivata, anche se era 2022, la vittoria interna con il Catania, squadra che ha ammazzato il campionato a quota 88. Il rendimento interno ha permesso ai giallorossi di salvarsi bene, soprattutto nel girone di ritorno, anche grazie ai 15 gol dello “Squalo” Tandara, soprannome di cui la paternità è di chi vi scrive, ai tempi della militanza nell’ US Agropoli in qualità di ufficio stampa. Di Gaetano riuscì a far approdare al porto la nave giallorossa, poi nella stagione corrente l’arrivo in panchina di Ferullo ed il sorteggio non benevolo nel girone H. I cilentani dopo alcune pesanti manite si sono affidate a Rogazzo e la musica pian piano sembra cambiata come testimonia la buona serie di cinque punti nelle ultime quattro partite, ancora non sufficiente per stare tranquilli, ma sicuramente un buon viatico per il futuro. Il 7 gennaio l’anno si inaugurerà con un fondamentale scontro diretto a Gallipoli.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Check Also
Close
Back to top button

Rilevato blocco pubblicitario

Abbiamo rilevato che hai attivato un software per il blocco delle pubblicità. La nostra testa online ha bisogno di queste inserzioni per rimanere attiva e garantire un servizio di qualità. Non ti chiediamo nulla se non di vedere qualche banner in cambio di notizie aggiornate. Grazie La TV di Gwendalina