Cronaca

AGROPOLI – Barista pestato a sangue da quattro giovani

Si rifiuta di dare loro da bere, tre rom agropolesi e un extracomunitario lo aggrediscono e lo picchiano a sangue, fino a farlo finire in ospedale

È accaduto ieri, intorno alle 3,30 della notte, ad Agropoli. Il titolare 38enne del pub-bar “No Name”, nei pressi del porto turistico di Agropoli, si apprestava a chiudere la sua attività per fare ritorno a casa, quando sono giunti quattro giovani, appartenenti alla locale comunità rom, che gli hanno chiesto di riaprire il locale e di servire loro da bere.

Il barista si è rifiutato: “sono stanco – avrebbe detto – torno a casa”. La reazione dei giovani è stata violenta: lo hanno aggredito a calci e pugni.

L’esercente, nonostante il suo fisico non proprio mingherlino, non è riuscito a evitare la violenta aggressione che, iniziata all’esterno del locale, si è poi spostata all’interno. I quattro, come se non bastasse, hanno anche danneggiato parte dell’attività commerciale, mandando in frantumi alcuni vetri e distruggendo la macchina del ghiaccio.

Il 38enne è riuscito a divincolarsi ed ha allertato i carabinieri della locale compagnia.

Questi, giunti sul posto, hanno chiamato il 118 ,che hanno inviato un’ambulanza, che ha condotto il barista presso l’ospedale “San Luca” di Vallo della Lucania, dove è stato sottoposto ad accertamenti di rito, e dov’è tuttora ricoverato.

I sanitari hanno riscontrato un trauma cranico, policontusioni al volto, contusioni alle spalle e una lesione al collo, assegnandogli una prognosi di circa 10 giorni. Il 38enne ha già espresso l’intenzione di sporgere denuncia nei confronti dei suoi aggressori, i quali sono già conosciuti alle forze dell’ordine per precedenti risse e disordini.

Questo episodio ha colpito moltissimo la cittadina di Agropoli, già svegliata nel cuore della notte dall’accorrere a sirene attive dei Carabinieri e di ambulanza. La gente reclama sicurezza ed esemplari punizioni per gli autori della violenta aggressione.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato blocco pubblicitario

Abbiamo rilevato che hai attivato un software per il blocco delle pubblicità. La nostra testa online ha bisogno di queste inserzioni per rimanere attiva e garantire un servizio di qualità. Non ti chiediamo nulla se non di vedere qualche banner in cambio di notizie aggiornate. Grazie La TV di Gwendalina