Cronaca

VALLO DELLA LUCANIA – Lavori in piazza: riduzione o soppressione delle tasse

“Siamo davvero al minimo storico, e se non ci ascoltano, significa davvero che le distanze tra commercianti e amministratori sono sempre più ampie, mai come ora!”.

Gli esercenti di piazza Vittorio Emanuele di Vallo della Lucania appaiono sempre più stanchi e sfiduciati.

I lavori per la modernizzazione della piazza hanno messo a dura prova i loro incassi, che non hanno mai fatto registrare un calo così consistente. Si stima che le vendite  rispetto all’anno scorso siano diminuite di circa il 70%, toccando il minimo storico.

Senza dubbio la crisi ha fatto molto, però anche i lavori, con la conseguente chiusura del centro vallese e l’impossibilità di passaggio sia per i pedoni sia per le auto ha sortito i suoi effetti negativi.

Molte attività commerciali site in piazza e con una lunga storia alle spalle hanno chiuso i battenti, altre si sono trasferite sulla Variante, altre ancora, nonostante gli sforzi e le enormi difficoltà, continuano a resistere, nella speranza che a conclusione di tutto si possa ripartire meglio di prima.

Il tempo però passa e i commercianti cercano risposte. Hanno perciò deciso di inviare una missiva all’amministrazione comunale vallese per esortarla a mettere in pratica ciò che qualche mese fa il capogruppo, l’avv. Celestino Sansone, di concerto con l’intera amministrazione comunale, aveva promesso loro: una diminuzione dei canoni d’affitto e delle tasse comunali.

In base a quanto sostenuto dai commercianti vallesi, le promesse fatte dal consigliere e capogruppo Celestino Sansone risalgono a giugno del 2014, sebbene sino ad oggi nulla sia stato fatto.

Esasperati dall’impossibilità di arrivare alla fine del mese e gravati dalle continue tasse, i commercianti si sono così espressi: “Constatate le numerose difficoltà e disagi che i cantieri stanno procurando a chi ha attività commerciali in piazza Vittorio Emanuele e le relative diminuzioni di incasso giornaliero, i commercianti chiedono la riduzione e/o la soppressione della Tari, Tasi e Tosap.”

I commercianti, peraltro, lamentano il fatto che i lavori in questione hanno subito delle modifiche, anche piuttosto consistenti, rispetto a quanto prospettato alla fine del mese di luglio scorso.

Sarà adesso l’amministrazione comunale  a dover dare delle risposte agli esercenti, risposte di cui hanno tutto il diritto, dato che in gioco c’è il futuro di intere famiglie.

di Emerenziana Sinagra

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato blocco pubblicitario

Abbiamo rilevato che hai attivato un software per il blocco delle pubblicità. La nostra testa online ha bisogno di queste inserzioni per rimanere attiva e garantire un servizio di qualità. Non ti chiediamo nulla se non di vedere qualche banner in cambio di notizie aggiornate. Grazie La TV di Gwendalina