Cronaca

VALLO DELLA LUCANIA – Lavori in piazza: guasto alle condutture idriche

La tanto contestata piazza Vittorio Emanuele II di Vallo della Lucania torna a far parlare di sè.

Nelle prime ore del pomeriggio di ieri, infatti, mentre erano in atto i lavori giornalieri per la realizzazione di quella che è oramai divenuta la “piazza della discordia”, si è verificata la rottura di un tubo dell’acqua, che ha lasciato a secco i rubinetti di alcuni palazzi del centro.

In base alle prime indiscrezioni, la rottura del tubo sarebbe stata causata da una pietra di cospicue dimensioni che, proprio nel corso delle operazioni di scavatura, sarebbe balzata, andando a colpire il tubo e provocandone l’immediata rottura.

L’incidente, che di fatto non può essere imputato a nessuno, ha avuto come diretta e immediata conseguenza l’allagamento dell’area adiacente alla piazza, nonché la mancanza d’acqua in alcuni palazzi del centro storico vallese, facendo scoppiare l’allarme generale dei cittadini.

A rimanere senz’acqua palazzo Schiavo, palazzo Russo e altri palazzi di corso Gioacchino Murat.

Subito gli operatori che si occupano dei lavori della piazza si sono attivati per risolvere il guasto e sul posto sono giunti gli operai del Consac, l’azienda che gestisce le risorse idriche del territorio, che si sono attivati per riparare il guasto.

Lo stesso Consac ha poi emanato un avviso all’utenza, nel quale si rendeva noto che, a causa di un guasto alle condutture idriche, il servizio idropotabile in piazza Vittorio Emanuele II e zone limitrofe era stato momentaneamente sospeso, per essere riattivato entro le 19 della serata di ieri, come di fatto poi è stato.

Nella tarda serata di ieri, infatti, l’acqua è tornata a scorrere nei rubinetti dei vallesi, sebbene ci sia stato bisogno di farla scorrere abbondantemente per farla tornare limpida, intrisa com’era di terra e sporcizia dovute al guasto del pomeriggio.

I lavori in piazza, dunque, proseguono, nonostante le critiche, le discussioni continue, alimentate dai commercianti che, oltre a dover far fronte alla crisi economica generale, devono anche confrontarsi con la diminuzione costante di clienti, che rivolgono i loro acquisti sulla Variante proprio a causa dei lavori in piazza.

Basta un piccolo intoppo come quello di ieri pomeriggio ad accendere gli animi, a rimarcare la tragicità del momento, a gettare fuori la rabbia che da troppo tempo gli esercenti cercano di tenere a bada.

Non si conosce ancora la data definitiva della conclusione dei lavori, però una cosa è certa: se si continua così, per i commercianti la fine sarà sempre più vicina.

di Emerenziana Sinagra

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato blocco pubblicitario

Abbiamo rilevato che hai attivato un software per il blocco delle pubblicità. La nostra testa online ha bisogno di queste inserzioni per rimanere attiva e garantire un servizio di qualità. Non ti chiediamo nulla se non di vedere qualche banner in cambio di notizie aggiornate. Grazie La TV di Gwendalina