Focolaio nell’RSA di Novi Velia: contagiati Oss e Ospiti

Focolaio nell’RSA di Novi Velia: contagiati Oss e Ospiti

14 Gennaio 2021 0 Di Simone La Vecchia

Torna l’allerta covid anche a Novi Velia, dopo Cannalonga anche il comune del Gelbison finisce per essere colpito dal virus, che per la seconda volta si diffonde infettando più di un residente.

Nel mirino del Covid l’RSA Centro Polifunzionale per Anziani Gelbison che, da pochi anni sta operando nel comune di Novi nel settore assistenziale per i residenti della terza età.

Stando alla prime indiscrezioni parrebbe che il Covid sarebbe sfociato all’interno della struttura a seguito del contagio di un operatore impiegato nelle cucine della struttura.

Focolaio nell'RSA di Novi Velia: contagiati Oss e Ospiti - Gwendalina.tv
L’RSA di Novi Velia colpito nelle scorse ore dal Covid

La seconda volta che il Comune di Novi Velia viene colpito dai contagi

Era gia capitato nei mesi scorsi quando la comunità novese fu interessata da un lock down mirato e da uno screening di massa che ha visto obligato il primo cittadino a eseguire il tampone su tutta la popolazione.

Come per lo scorso episodio anche stavolta pare che il virus è entrato dalla cucina. Negli scorsi mesi infatti, una delle persone da cui pare sia scaturito il focolaio, era impiegato presso le cucine dell’ospedale San Luca di Vallo.

Già a seguito di quell’episodio vennero contagiati gli altri operatori impiegati nella cucina, fortunatamente senza troppi risvolti per i pazienti del nosocomio vallese.

Questa volta però il contagio è stato meno generoso per l’RSA di Novi Velia

Tra le ipotesi della catena dei contagi pare che il virus, sia arrivato a Novi attraverso una persona anziana residente fuori zona, e giunta in comune negli ultimi giorni. Questo avrebbe trasmesso ai propri familiari residenti a Novi Velia il virus e tra questi anche alla nipote, impiegata presso il centro per anziani.

Allo stato c’è massima allerta e si è provvedendo alla sanificazione e all’effettuazione dei tamponi su tutti i dipendenti e gli ospiti della struttura che risultano in gran parte già contagiati.

Sul caso stà già operando il dipartimento di prevenzione dell’ASL per ricostruire la catena dei contagi al fine di contenere la diffusione del visrus.