AttualitàCultura

Musei in rete nel Parco, Pellegrino: «Rilanceranno il turismo»

Tra gli obiettivi principi di un Parco Nazionale vi è quello della diffusione della cultura facendo sì che essa sia raggiungibile e fruibile da tutti. Obiettivo che Tommaso Pellegrino, presidente dell’Ente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni, sta portando a compimento. Nei prossimi giorni, infatti, sarà inaugurato un nuovo polo, il Museo della Geobiodiversità, presso Tenuta Montisani a Vallo della Lucania.

«Sarà un museo avveniristico – afferma – che coniuga tradizione e tecnologia. Su di esso abbiamo puntato molto perché il pubblico al quale ci rivolgiamo è composto principalmente da giovani ed è con loro che dobbiamo parlare. Non parlare più con un linguaggio classico e obsoleto – aggiunge – ma utilizzando terminologie e modelli a loro congeniali. Come per il fumetto così anche per il nuovo museo i più giovani troveranno degli strumenti di fruizione della cultura a cui sono abituati. I visitatori troveranno tanti aspetti tecnologici dai video in 3D alla sala immersiva e 2 touchscreen interattivi. Sarà inoltre coinvolto anche l’udito grazie alla presenza di casse che riprodurranno i suoni della natura: versi degli animali, il vento tra le foglie, lo sciabordio delle acque».

Il Museo della Geobiodiversità si aggiunge a quelli già attivi di proprietà del Parco e a quelli in essere i quali entreranno a far parte di una rete museale dove confluiranno tutti i poli che ricadono nel comprensorio. «Necessario che i luoghi della cultura vengano messi in rete – continua Pellegrino – per una fruizione completa e libera oltre che al passo coi tempi. A breve si concluderà l’iter per la nascita di due musei all’interno di Villa Matarazzo a Santa Maria di Castellabate».

Nella struttura, di proprietà dell’Ente e uno dei simboli più conosciuti del comune cilentano, nasceranno a breve «il Museo della Flora Spontanea e l’Acquario del Parco – spiega Pellegrino – che diverranno eccellenze ed unicità per il Meridione. Non saranno poli statici ma musei vivi in cui si metterà in mostra la Biodiversità cilentana in tutto il suo splendore».

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Rilevato blocco pubblicitario

Abbiamo rilevato che hai attivato un software per il blocco delle pubblicità. La nostra testa online ha bisogno di queste inserzioni per rimanere attiva e garantire un servizio di qualità. Non ti chiediamo nulla se non di vedere qualche banner in cambio di notizie aggiornate. Grazie La TV di Gwendalina