Vallo della Lucania, ancora contagi: avevamo ragione ma il silenzio resta

Vallo della Lucania, ancora contagi: avevamo ragione ma il silenzio resta

31 Ottobre 2020 0 Di Redazione

Vallo della Lucania, ancora contagi: avevamo ragione. Dal nostro appello in due giorni sono venuti fuori quasi dieci nuovi contagi ma ancora si attendono comunicazioni ufficiali da parte dell’ente.


Contagi, ogni giorno, uno dopo l’altro. E’ questo il quadro che emerge sulla situazione coronavirus a Vallo della Lucania. Dovrebbero essere quindici le persone purtroppo contagiate, o quantomeno quelle emerse solo negli ultimi giorni.

La paura però è che vi siano, e vi siano state, altre situazioni critiche mai venute però alla luce in queste ultime settimane come sempre a causa di una mancanza di comunicazione chiara da parte dell’ente. Il nostro non vuole, e non sarà mai un attacco personale agli amministratori, il primo cittadino può andare a parlare dove gli pare. Può scegliere i canali istituzionali o persino i nostri competitor, perchè la cosa più importante è che informi la cittadinanza.

Su questo non smetteremo mai di batterci. Perchè una popolazione informata diventa senza dubbio una popolazione più attenta, in questo caso soprattutto in comportamenti più virtuosi che non aumentino il rischio di nuovi contagi.

Vallo della Lucania, ancora contagi

Ad ogni modo il quadro delle ultime ore è chiaro. Dovrebbero essere sei i positivi all’interno del “San Luca” di Vallo della Lucania, mentre è risultata positiva (asintomatica) una maestra della scuola dell’infanzia “Rodari”. La positività porterà ad effettuare i tamponi a 12 bambini presso il polo fieristico di Vallo in modalità drive-in. Altri contagi si registrano in paesi strettamente limitrofi a Vallo e di conseguenza possono essere derivati proprio dalla situazione che si sta verificando in città.

Novi Velia e Ceraso le città più colpite con almeno altri sei casi di covid. Da monitorare anche la situazione in casa Gelbison dove tre calciatori sono risultati positivi al test rapido dopo i controlli di routine. Si attende adesso l’esito dei tamponi. La sfida della Gelbison contro l’ACR Messina è stata inoltre ufficialmente rimandata dalla LND.

(828)