Sport

Vallo della Lucania, al via il progetto “Sport di Classe”

“Sport di Classe” è un progetto promosso e realizzato dal ministero dell’istruzione, Università e ricerca e dal Coni, che si offre al mondo della scuola quale risposta concreta e coordinata all’esigenza di diffondere l’educazione fisica e sportiva fin dalla scuola primaria per favorire i processi educativi e formativi delle giovani generazioni.

Nello specifico il modello di intervento delineato ha l’obiettivo di dare la possibilità di partecipare a tutte le scuole primarie di Italia, coinvolgere tutte le classi dalla prima alla quinta durante l’intero anno scolastico, promuovere l’adozione delle due ore settimanali di attività motoria nella scuola primaria attraverso i valori educativi dello sport e motivare le giovani generazioni all’attività motoria.

Sono destinatari del progetto “sport di classe” tutte le scuole primarie italiani. Il progetto è infatti rivolto agli alunni, gli insegnanti, i dirigenti scolastici.

“Sport di classe” prevede nelle scuola un tutor sportivo, cioè una figura specializzata inserita all’interno della scuola primaria che supporta il dirigente scolastico e gli insegnanti sull’attività motoria e sportiva.

Il professor Giovanni de Feo ha collaborato alla progettazione delle attività didattiche, alla programmazione e realizzazione delle attività motorie sportive scolastiche, al coordinamento con il dirigente scolastico, la dottoressa Donata Femia, e con le insegnanti di classe e il referente di educazione fisica.

A tal proposito si ricorda che uno dei tanti compiti del tutor sportivo è quello di favorire la realizzazione delle collaborazioni con organismi sportivi del territorio in coerenza con il piano triennale dell’offerta formativa.

Infatti la scuola di Vallo della Lucania ha avviato in via sperimentale il progetto “nuoto in cartella” rivolto agli alunni delle classi terze quarte e quinte del tempo pieno. “Nuoto in cartella” prevede corsi di nuoto presso la piscina comunale di Vallo della Lucania con una lezione settimanale durante le ore di attività scolastica.

I Giochi rappresentano anche un’occasione per stimolare la riflessione dei ragazzi e veicolare i valori educativi dello sport e corretti stili di vita, inclusione, integrazione, FairPlay.

Ogni edizione dei giochi sportivi di classe è contraddistinta da un valore chiave sul quale le scolaresche sono invitate a sviluppare un percorso educativo attraverso la partecipazione attiva degli alunni.
Per i giochi 2016, a seguito dell’accordo siglato dal Coni con il ministero della salute, il “valore chiave” sul quale le classi sono chiamate a confrontarsi è un più sano e corretto stile di vita.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato blocco pubblicitario

Abbiamo rilevato che hai attivato un software per il blocco delle pubblicità. La nostra testa online ha bisogno di queste inserzioni per rimanere attiva e garantire un servizio di qualità. Non ti chiediamo nulla se non di vedere qualche banner in cambio di notizie aggiornate. Grazie La TV di Gwendalina