CronacaPRIMO PIANO

Suicidio a Lustra, il quarto in una settimana in provincia di Salerno

Suicidio a Lustra, il quarto in una settimana in provincia di Salerno. Settimana tragica per il territorio, quattro vittime a distanza di poche ore.


Dramma a Lustra, dove nel fine settimana è arrivata la morte di un 50enne, molto conosciuto non solo in città ma anche in tutto il territorio cilentano. L’uomo, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe stato ritrovato impiccato dai suoi familiari all’interno della sua abitazione.

Un dramma, l’ennesimo per la provincia di Salerno che nell’ultima settimana ha dovuto registrare ben quattro suicidi a distanza di poche ore uno dall’altro. A Bellizzi un agente della Polizia Municipale si è tolto la vita sparandosi con la pistola di ordinanza mentre nella frazione di Gromola, nel comune di Capaccio Paestum, un pensionato si sarebbe anch’esso impiccato nella sua abitazione.

Infine, l’ultimo suicidio, finito anche alla ribalta della cronaca nazionale, è stato quello di Seid Visin. Giovane 22enne residente a Nocera Inferiore e con una passato anche nelle giovanili del Milan. Il caso ha alzato nuovamente l’attenzione sulla questione del razzismo in quanto subito dopo la morte è immediatamente trapelata una lettera contro lo stesso scritta due anni fa dalla giovane vittima.

“Adesso, ovunque io vada, ovunque io sia, ovunque mi trovi sento sulle mie spalle, come un macigno, il peso degli sguardi scettici, prevenuti, schifati e impauriti delle persone”. L’atto d’accusa contro il razzismo scritto due anni fa da Seid Visin è stato, inoltre, letto integralmente nella chiesa di San Giovanni Battista, accolto da un lungo applauso, nel corso dei funerali.

Ma a quanto pare però il razzismo non sarebbe stata la causa dell’insano gesto. A dirlo direttamente il padre del ragazzo: “Mio figlio non si è ammazzato perché vittima di razzismo. È sempre stato amato e benvoluto, stamane la chiesa per i suoi funerali era gremita di giovani e famiglie”. Lo ha detto all’Ansa Walter Visin, padre adottivo. “La lettera – ha continuato il genitore – Fu uno sfogo, era esasperato dal clima che si respirava in Italia. Ma nessun legame con il suo suicidio, basta speculazioni”. Quanto alle cause dell’accaduto ha infine aggiunto: “non voglio parlare delle questioni personali di mio figlio. Dico solo che era un uomo meraviglioso”.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Rilevato blocco pubblicitario

Abbiamo rilevato che hai attivato un software per il blocco delle pubblicità. La nostra testa online ha bisogno di queste inserzioni per rimanere attiva e garantire un servizio di qualità. Non ti chiediamo nulla se non di vedere qualche banner in cambio di notizie aggiornate. Grazie La TV di Gwendalina