Serie D, il Troina attacca Puglisi risponde!

Serie D, il Troina attacca Puglisi risponde!

5 Novembre 2020 0 Di Redazione

Serie D, il Troina attacca Puglisi risponde! Il presidente difende la Gelbison dalle accuse e offese della compagine siciliana.


Scambio a distanza di battute tra il Troina e la Gelbison, in particolare il presidente Maurizio Puglisi dopo i casi covid riscontranti in ambo le compagini. Ma procediamo con ordine: dopo la conferenza stampa di martedì pomeriggio nella quale il patron del sodalizio rossoblu aveva annunciato 16 casi di positività al covid all’interno della Gelbison è arrivata la risposta del Troina a quelli che sembravano dubbi del tutto leciti da parte del massimo esponente rossoblu.

Serie D, il Troina attacca Puglisi risponde!

Le parole del team siciliano sono state pesantissime, alle quali ha risposto direttamente il presidente. “Tesserati incompetenti” avevano tuonato dalla Sicilia, senza però motivo di fondamento e alle quali è arrivata secca la contro risposta: “Credo che le immagini – ha scritto il presidente mostrando delle foto della gara disputata ormai dieci giorni fa – siano esplicite sul grado di presa di coscienza della Pandemia da parte dell’ASD Troina e sul campo cantiere sul quale ci hanno dato ospitalità. Ho dovuto assistere – continua Puglisi – alla partita seduto su un muro in costruzione, questa era l’organizzazione che aveva il Troina”.

Come siano andati realmente i fatti sarà impossibile verificarlo anche in considerazione di un virus che ormai corre molto più veloce anche delle ricostruzioni che si possano immaginare di fare. La certezza però che noi possiamo avere riguarda la Gelbison che viviamo quasi quotidianamente. Una società di quarta Serie che ha affrontato questa stagione con il protocollo di una squadra professionistica.

Puglisi, anche se non richiesto esplicitamente dalla lega, ha adottato misure di contrasto e controllo che si vedono solo in Serie A e Serie B. Di questo ne siamo assolutamente certi perché, come detto, i rossoblu oltre ad imporre protocolli professionali hanno dimostrato anche sempre trasparenza soprattutto per quanto riguarda le vicende legate al coronavirus.

(161)