AttualitàPRIMO PIANO

Scuola: oltre duemila presidi chiedono la DAD, 239 dalla Campania

Non dieci, non cento ma 2mila dirigenti scolastici, di fronte alle nuove norme introdotte dal Consiglio dei ministri per il rientro in aula, hanno sottoscritto una lettera appello indirizzata al premier Mario Draghi, al ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi e ai governatori delle Regioni. Loro che rappresentano lo Stato, chiedono al Governo di fare marcia indietro: meglio due settimane di didattica a distanza per tutti che lezioni miste.

I sottoscrittori all’appello (qui il link) sono poco meno di un terzo del totale dei presidi in tutta Italia. I dirigenti sono preoccupati e bocciano a gran voce le scelte del Consiglio dei ministri che ha deciso per le secondarie, in caso di due positivi, di mandare a casa i non vaccinati e tenere in aula chi è in regola con le somministrazioni. “Una programmata e provvisoria sospensione delle lezioni in presenza (con l’attivazione di quelle a distanza) per due settimane è sicuramente preferibile ad una situazione ingestibile che provocherà con certezza frammentazione, interruzione delle lezioni e scarsa efficacia formativa”. Parola di presidi. L’idea dell’appello è nata nel giro di meno di ventiquattr’ore: nemmeno il tempo di fare girare la lettera e sono arrivate firme di capi d’istituto da tutt’Italia.

Tra gli oltre 2000 presidi vi sono, infine, 239 della Campania. Nella nostra regione sono attese anche le decisioni del Governatore De Luca che nella giornata di oggi potrebbe rivelare importanti novità in merito all’attivazione della didattica a distanza.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato blocco pubblicitario

Abbiamo rilevato che hai attivato un software per il blocco delle pubblicità. La nostra testa online ha bisogno di queste inserzioni per rimanere attiva e garantire un servizio di qualità. Non ti chiediamo nulla se non di vedere qualche banner in cambio di notizie aggiornate. Grazie La TV di Gwendalina