Rifiuti sotterrati nel Cilento, Legambiente: “Inopportuno parlare di terra dei fuochi”

Rifiuti sotterrati nel Cilento, Legambiente: “Inopportuno parlare di terra dei fuochi”

1 Agosto 2020 0 Di Redazione

Rifiuti tossici nel Cilento, Legambiente: “Inopportuno parlare di terra dei fuochi. Da parte di Legambiente il massimo impegno”.


Il dirigente regionale di Legambiente Adriano Maria Guida con una nota stampa ha commentato la triste scoperta avvenuta a Salento, in località Piana, rifiuti sotterrati tra i quali anche fanghi tossici.

La nota di Legambiente sui rifiuti sotterrati nel Cilento

Abbiamo avuto purtroppo, la conferma che in passato il Cilento è stato oggetto di fenomeni di aggressione al territorio con il solito metodo dell’occultamento di rifiuti sospetti.

Ci auguriamo che gli organi competenti possano scavare fino in fondo su questa preoccupante vicenda e che la magistratura individui i responsabili e li persegua con durezza. Invitiamo i sindaci e le amministrazioni comunali a mantenere alta la vigilanza sui territori riguardo questi fenomeni.

Rifiuti sotterrati nel Cilento, Legambiente: "Inopportuno parlare di terra dei fuochi" - Gwendalina.tv
Rifiuti Cilento: l’area dove delimitata degli scavi

Non conoscendo l’entità del problema ci sembra inopportuno paragonare il Cilento ad altre zone tristemente famose della Campania, come sta avvenendo nelle ultime ore. L’associazione continuerà a lavorare insieme al nostro Centro Azione Giuridica affinché venga assicurato il massimo impegno per la tutela dell’ambiente. Ecogiustizia sia fatta!

Il nostro servizio TV

(1521)