Ottavio De Luca (FILCA – CISL): “Nella Fase 2 più importanza ai sindacati”

Ottavio De Luca (FILCA – CISL): “Nella Fase 2 più importanza ai sindacati”

22 Aprile 2020 0 Di Redazione

Ottavio De Luca (FILCA – CISL) sottolinea l’importanza dei sindacati soprattutto in questo periodo difficile per il paese.

Le parole di De Luca

“La Fase 2 annunciata dal Governo, le cui valutazioni complessive saranno fatte in giornata, dovrà essere caratterizzata da un ruolo ancora più importante assegnato al sindacato, a tutte le parti sociali. In questo periodo difficile per il nostro Paese le organizzazioni sindacali e le associazioni datoriali hanno dato prova di grande senso di responsabilità, con accordi efficaci che hanno messo al centro il lavoratore, la persona. È la conferma che relazioni industriali moderne e sviluppate possono davvero fare la differenza, a tutto vantaggio della dignità e della sicurezza del lavoro”.

Il segretario organizzativo della Filca-Cisl nazionale ha poi aggiunto: “Nella nostra categoria, che comprende edilizia, legno, cemento, laterizi, lapidei, abbiamo sottoscritto decine di accordi per definire le modalità della ripartenza, sia a livello nazionale che aziendale, addirittura migliorando le disposizioni previste dalla normativa vigente sulla sicurezza anti-contagio. Lo stesso impegno lo stiamo praticando sul fronte degli ammortizzatori sociali, con la formulazione di decine di migliaia di richieste di Cassa integrazione per i nostri lavoratori”.

Il pensiero sulla Fase 2

“La Fase 2, a nostro avviso, dovrà tenere conto di due categorie: i lavoratori che rientrano in azienda, per i quali bisogna garantire l’assoluta sicurezza. E quelli interessati ancora dalla Cassa integrazione, ai quali bisogna assicurare subito il salario, superando le difficoltà che la Cisl ha denunciato in merito all’accordo con le banche. Il sindacato, anche attraverso un sistema Bilaterale strutturato e un sistema Servizi efficiente e capillare, resta a disposizione per dare il proprio contributo al Paese, in questo momento difficile che ci vede però uniti con l’obiettivo in comune. Il Governo faccia tesoro di questo patrimonio e lo utilizzi per il bene della comunità”, ha concluso De Luca.

(38)