OMS attacca l’Italia: “Poche sanzioni così i contagi aumentano”

OMS attacca l’Italia: “Poche sanzioni così i contagi aumentano”

24 Agosto 2020 0 Di Redazione

OMS attacca l’Italia: “Poche sanzioni così i contagi aumentano, stiamo distruggendo una situazione ottimale ereditata dopo il lockdown.


Il direttore aggiunto dell’Organizzazione mondiale della Sanità, Ranieri Guerra, ha fatto il punto della situazione dell’emergenza Coronavirus in Italia, dove nelle ultime 24 ore si è assistito ad un boom di nuovi casi, con 1.210 positivi.

“Per pochi irresponsabili, poche persone che non ci credono, pochi negazionisti che non vengono sanzionati e obbligati a rispettare le regole, andiamo a perdere una situazione ottimale che avevamo ereditato dal lockdown dopo molti sacrifici degli italiani”.

OMS attacca l’Italia: “Poche sanzioni”

Guerra continua soffermandosi su due aspetti importanti: il primo riguarda la situazione clinica attuale mentre il secondo sulla grande incognita che questo virus si porta con sé.

“Non mi preoccupa la gravità clinica che conseguirà a questi nuovi positivi che non incidono in modo rilevante sui ricoveri in questo momento, ma osservo che sono comunque persone che fanno circolare il virus, aumentare la probabilità di contagio sui soggetti più fragili – ha sottolineato il direttore dell’Oms -. Ad arrivare a mille serve tempo, ma poi a salire a duemila al giorno e infine a quattromila si fa in fretta”.

“Anche gli asintomatici, anche i giovani perfettamente sani, devono fare attenzione, perché non sappiamo cosa il contagio può lasciare. Magari nulla e lo speriamo tutti. Ma la ricerca ci dice che lascia dei segni e questo non va bene. Ci sono studi importanti che stanno partendo ora per valutare i postumi. E sono postumi non solo respiratori, ma anche cardiaci, neurologici, epatici e renali”.

(41)