Incidente mortale sulla Cilentana: ci lasciano 2 giovani – AGGIORNAMENTO –

Incidente mortale sulla Cilentana: ci lasciano 2 giovani – AGGIORNAMENTO –

2 Giugno 2019 0 Di Redazione
Incidente mortale sulla Cilentana: ci lasciano 2 giovani - AGGIORNAMENTO - - Gwendalina.tv

Incidente mortale superstrada Perito

Si apre con il lutto la festa della Repubblica per due famiglie cilentane. Questa mattina intorno alle 6 sulla superstrada alla altezza dello svincolo di Perito due giovani hanno perso la vita a seguito di un gravissimo incidente. É morto sul colpo Francesco Merola 33 anni di Vallo Scalo alla guida di un Alfa 147.L’altro conducente del veicolo coinvolto – Raffaele Vivone – 49enne originario di Ceraso, è stato estratto vivo dalle lamiere. Purtroppo, arrivato in ospedale non ce l’ha fatta.Incidente mortale sulla Cilentana: ci lasciano 2 giovani - AGGIORNAMENTO - - Gwendalina.tv

LA DINAMICA DELL’INCIDENTE La vettura di Merola viaggiava in direzione Sud e il giovane alla guida ha probabilmente perso il controllo invadendo la corsia opposta. Non si sa se Merola abbia perso il controllo del veicolo per un colpo di sonno o per la mancata aderenza del battistrada sull’asfalto. Merola avrebbe invaso la corsia impattando sull’altro veicolo che procedeva nell’opposto senso di marcia. Sembra che i veicoli stessero procedendo a velocità regolare e che si debba escludere un eccesso di gas.

I RAGAZZI COINVOLTI NELL’INCIDENTE Si tratta di due giovani uno di Vallo Scalo e l’altro di Ceraso. Il più giovane, Francesco, che viaggiava in direzione Sud appartiene alla famiglia di un noto imprenditore meccanico del Comune di Castelnuovo. L’altro di Ceraso avrebbe compiuto 50 anni il prossimo anno. La famiglia titolare di un esercizio commerciale di Ceraso, ha ricevuto la brutta notizia in un giorno, il 2 giugno, che sarebbe dovuto trascorrere diversamente. Gli amici e i conoscenti che sono accorsi in massa presso l’obitorio del San Luca di Vallo della Lucania li ricordano come due giovani volenterosi e con una gran voglia di vivere.