AttualitàPRIMO PIANO

L’omicidio Vassallo arriva al Parlamento in Commissione Antimafia

L’omicidio Vassallo arriva al Parlamento in Commissione Antimafia. Da oggi i primi incontri alla presenza anche del presidente di commissione Nicola Morra.


Dopo più di dieci anni potrebbe arrivare una svolta sul delitto, ancora senza colpevole, del sindaco Pescatore Angelo Vassallo. La vicenda arriva infatti al Parlamento, precisamente in commissione Antimafia. A comunicarlo l’onorevole del Movimento Cinque Stelle Luca Migliorino:

“Pochi proclami e tanto impegno – ha scritto sui social – Abbiamo dato inizio ad un gruppo di lavoro sulla morte del sindaco pescatore Angelo Vassallo. Questo grazie alla costante dedizione del fratello Dario Vassallo. Vedere la presenza di tanti commissari antimafia è indicativo”. Poche righe che però riaccendono la speranza su una delle ferite maggiori del nostro territorio.

L’attività presso la commissione parlamentare antimafia presieduta dal senatore Nicola Morra e che vedrà un gruppo di parlamentari, al lavoro per fare luce sull’assassinio del primo cittadino cilentano, avrà inizio proprio nella giornata di oggi. Il programma è quello di partire da una serie di riunioni settimanali cercando in un primo momento le voci di in quei giorni aveva visto e vissuto la vita di Angelo Vassallo. Ovviamente, la commissione, ascolterà anche tutti i componenti dell’inchiesta che purtroppo fino ad oggi non è riuscita a far luce su chi, il 5 settembre del 2010, ha ucciso a sangue freddo il sindaco pescatore.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Rilevato blocco pubblicitario

Abbiamo rilevato che hai attivato un software per il blocco delle pubblicità. La nostra testa online ha bisogno di queste inserzioni per rimanere attiva e garantire un servizio di qualità. Non ti chiediamo nulla se non di vedere qualche banner in cambio di notizie aggiornate. Grazie La TV di Gwendalina