Attualità

Il vaccino Sputnik contiene un virus in grado di replicarsi

Il vaccino Sputnik contiene un virus in grado di replicarsi. Si tratterebbe di un problema apparentemente molto grave di conformità e sicurezza che potrebbe mettere a repentaglio la salute delle persone in cui viene inoculato il farmaco.


L’ANVISA, l’agenzia nazionale brasiliana deputata alla regolamentazione dei farmaci, ha scoperto che nel vaccino anti Covid russo “Sputnik V” è presente un vettore virale – l’adenovirus – in grado di replicarsi. Ha rilevato questa problematica in tutti i campioni del farmaco analizzati, definendola un “grave caso di non conformità” che mette potenzialmente a repentaglio la salute di chi riceve il vaccino. Per questa ragione l’ente brasiliano ha rifiutato l’acquisizione dei lotti.

Notizia questa che di certo non farà piacere al Governatore De Luca che da mesi spinge per l’approvazione del siero di origine russa in virtù di un accordo tra la Regione e l’azienda produttrice del vaccino anti covid ad un prezzo simile al Pfizer (da adeguare in caso subentri un accordo con Italia e UE). La fornitura sarebber di 3,5 milioni di dosi subordinata all’approvazione (e quindi la Campania sarebbe tutelata anche dopo le ultime notizie) da parte di Ema o Aifa.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Rilevato blocco pubblicitario

Abbiamo rilevato che hai attivato un software per il blocco delle pubblicità. La nostra testa online ha bisogno di queste inserzioni per rimanere attiva e garantire un servizio di qualità. Non ti chiediamo nulla se non di vedere qualche banner in cambio di notizie aggiornate. Grazie La TV di Gwendalina