Cronaca

Cilento – Fossi e avvallamenti lungo la SP488, una buca riempita con rifiuti di ogni genere

Si aggravano le condizioni della viabilità sulle strade del Cilento. Sebbene ad essere sotto i riflettori della politica e dei media sia la SP430, meglio nota come Cilentana, risulta disastroso anche lo status in cui versano alcune strade del Cilento interno.

Molto emblematica e degna di attenzione è la situazione che caratterizza la SP488, che collega i comuni di Cannalonga, Angellara e Novi Velia, la cui gestione spetta alla Comunità Montana Gelbison e Cervati.

La strada, infatti, è in condizioni disastrose, con avvallamenti e voragini, che rendono il percorso dei pendolari che si spostano da un comune all’altro un vero e proprio “viaggio della speranza”, con la necessità di effettuare miriadi di manovre per evitare le buche.

«È una situazione assurda quella che ci troviamo a vivere e subire – afferma una pendolare – ogni giorno dobbiamo far fronte a un vero e proprio scempio, con una politica immobile e sorda alle proteste dei cittadini».

In prossimità del comune di Novi Velia, inoltre, si è creata una voragine di grandi dimensioni e profondità, di estrema pericolosità per chi ogni giorno percorre quella strada. La voragine in questione tempo fa è stata transennata e debitamente segnalata con un cartello, ciononostante c’è stato chi ha pensato di riempirla.

In che modo? Non certamente con il cemento. La buca è stata riempita, fin quasi al livello della strada, con rifiuti di ogni genere: sanitari, dunque water e lavandini, ma anche tubi dell’acqua, secchielli di plastica e altro ancora.

«La responsabilità delle amministrazioni nella tutela e salvaguardia dei beni pubblici non è da mettere in dubbio in alcun modo – afferma la sindaca di Novi, Maria Ricchiuti – questo però non autorizza le persone a utilizzare dei sanitari per coprire una buca. Si tratta di un grave segno di inciviltà».

«La strada in questione – continua Ricchiuti – da tempo è soggetta ad atti di inciviltà. Spesso infatti lungo la stessa sono stati abbandonati degli ingombranti che noi come amministrazione abbiamo fatto rimuovere a suon di quattrini, spendendo fino a 12mila euro per un intervento».

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato blocco pubblicitario

Abbiamo rilevato che hai attivato un software per il blocco delle pubblicità. La nostra testa online ha bisogno di queste inserzioni per rimanere attiva e garantire un servizio di qualità. Non ti chiediamo nulla se non di vedere qualche banner in cambio di notizie aggiornate. Grazie La TV di Gwendalina