CronacaPRIMO PIANO

Capaccio Paestum, troppi assembramenti: chiusi due locali

Capaccio Paestum, troppi assembramenti: chiusi due locali. Controlli serrati da parte delle forze dell’ordine.


Sono due i locali chiusi temporaneamente dalle forze dell’ordine in pochi giorni. In entrambi i casi la causa sono i troppi assembramenti e il mancato rispetto delle norme anti contagio anche se entrambe le direzioni si difendono pubblicamente sui sociale network.

Capaccio Paestum, troppi assembramenti: chiusi due locali

Ad essere chiuso per primo è stato il winebar “Il Calice” nella zona archeologica di Paestum. Per la vineria la chiusura è arrivata dopo numerose ammonizioni da parte delle forze dell’ordine che già in precedenza avevano fatto visita al rinomato luogo di aggregazione.

Nel pomeriggio di ieri lucchetti invece per un altro storico locale di Capaccio Paestum, il Dum Dum. Anche in questo caso cruciale un controllo delle forze dell’ordine. Dalla direzione però precisano: “Contrariamente a ciò che emerge su alcune testate locali, non c’erano “eccessivi assembramenti” ma due tavoli che eccedevano il numero previsto di posti a sedere e, ulteriormente, alcuni segni sulla pavimentazione per la delimitazione delle distanze sono risultati abrasi e quindi poco visibili. Anche se i commensali hanno dichiarato volontariamente alle forze dell’ordine di essersi spostati per loro iniziativa dai posti assegnati, è giusto e corretto che ci sia un’ammonizione”. 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Rilevato blocco pubblicitario

Abbiamo rilevato che hai attivato un software per il blocco delle pubblicità. La nostra testa online ha bisogno di queste inserzioni per rimanere attiva e garantire un servizio di qualità. Non ti chiediamo nulla se non di vedere qualche banner in cambio di notizie aggiornate. Grazie La TV di Gwendalina