Capaccio Paestum, pronto piano straordinario per il turismo

Capaccio Paestum, pronto piano straordinario per il turismo

8 Aprile 2020 0 Di Redazione

Anche a Capaccio Paestum, come in tante parti d’Italia, si pensa al dopo emergenza. Ovvero a quando imprese e attività dovranno ripartire. Proprio per questo il Comune del sindaco Franco Alfieri è pronto a lanciare un piano straordinario per il turismo.

Leggi anche: Agropoli, lettera di un paziente COVID-19

“Le parole di Alfieri”

“Il turismo – commenta il sindaco Franco Alfieri – resta uno dei pilastri dell’economia locale. Al punto in cui siamo, la rassegnazione è l’unico lusso che non possiamo permetterci. Già nel recente passato, penso a quanto avvenuto all’indomani dell’11 settembre o dell’epidemia di SARS, il comparto ha saputo dimostrare grande capacità di ripresa. Ora è perciò necessario utilizzare al meglio questo periodo di chiusura forzata per farci trovare pronti quando la situazione comincerà a normalizzarsi”.

Turismo domestico

Tra le opzioni strategiche che saranno messe sul tavolo del confronto, anche quella di puntare in maniera prioritaria sul turismo domestico, nicchia di mercato composta da italiani che per le loro vacanze estive sceglieranno la destinazione Italia. Un flusso che, se opportunamente intercettato, potrebbe compensare il calo che è logico attendersi dal mercato internazionale. “Ci sono operatori del territorio – aggiunge ancora il Sindaco Alfieri – che ci dicono di aver notato negli ultimi giorni qualche lieve ma interessante segnale di ripresa delle prenotazioni. Certo, si tratta di dati ancora suscettibili di verifica, che sono però utili a darci una speranza in più nello sforzo di invertire il trend”.

Appoggio agli operatori turistici

La delibera d’indirizzo è stata accompagnata anche dall’invio di due lettere destinate, rispettivamente, agli operatori turistici di Capaccio Paestum e ai Sindaci dell’Unione dei Comuni dell’Alto Cilento. Ai primi, il Sindaco Alfieri ha voluto ribadire la vicinanza dell’Ente in questo momento delicato, con l’impegno di definire rapidamente le azioni di sostegno. Ai colleghi dei Comuni limitrofi, il primo cittadino di Capaccio Paestum ha invece proposto di condividere su un piano territoriale più ampio strategie e azioni che saranno messe in campo, così da poter giungere all’elaborazione di proposte turistiche più articolate e complete.