AttualitàPRIMO PIANO

La Campania rischia la Zona Rossa ad un anno esatto dalla prima

La Campania rischia la Zona Rossa ad un anno esatto dalla prima. Lunedì 8 marzo 2020 l’allora Presidente del Consiglio Conte annunciava la Zona Rossa per tutta l’Italia.


La Campania si avvicina sempre di più alla zona rossa, che potrebbe essere decretata dalla riunione della cabina di regia del governo dopo l’analisi dei dati da parte del Cts. I 2.635 positivi emersi nei 26.533 tamponi di ieri confermano il trend regionale che va avanti da ormai da molti giorni: dal 24 febbraio a oggi la Regione è sempre stata sopra i duemila positivi al giorno, tranne che in una giornata, ad inizio marzo con poco più di 1.800 positivi ma su soli 14.600 tamponi.

Tra i dati in peggioramento in Campania anche l’occupazione dei posti letto negli ospedali, in particolare l’aumento delle terapie intensive, saliti ieri a 137. Aumenta anche il numero dei sintomatici. Cambiamenti che già avevano portato nei giorni scorsi il governatore Vincenzo De Luca a chiudere nuovamente tutte le scuole in presenza e che ora potrebbe portare la Regione in zona rossa, con una escalation molto rapida visto che due settimane fa la Regione era zona gialla.

La Campania, dunque, adesso rischia davvero di passare in zona rossa a partire da lunedì 8 marzo: per un atroce scherzo del destino, si tratterebbe quasi di un anno esatto dalla prima zona rossa istituita (in tutta Italia) per l’emergenza da Coronavirus. Zona rossa che, inoltre, vorrebbe dire una ulteriore stretta soprattutto alle attività economiche ancora aperte in zona arancione: alle già chiuse palestre, piscine, bar e locali di ristorazione, si aggiungerebbero infatti anche parrucchieri, barbieri e centri di estetismo. Le scuole, che in zona arancione sarebbero dovuto invece restare aperte alla didattica in presenza, sono già state chiuse, come detto, da apposita ordinanza di De Luca: ma con la zona rossa non ci sarebbe più margine per eventuali altri ricorsi al TAR.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato blocco pubblicitario

Abbiamo rilevato che hai attivato un software per il blocco delle pubblicità. La nostra testa online ha bisogno di queste inserzioni per rimanere attiva e garantire un servizio di qualità. Non ti chiediamo nulla se non di vedere qualche banner in cambio di notizie aggiornate. Grazie La TV di Gwendalina