Caggiano: donna positiva al COVID dopo 40 giorni, proviamo a capire

Caggiano: donna positiva al COVID dopo 40 giorni, proviamo a capire

14 Aprile 2020 0 Di Redazione

La notizia di una donna di Caggiano positiva al tampone dopo 40 giorni dal raduno di Atena Lucana ha senza dubbio incuriosito, per non dire allarmato, tutto il territorio.

“Ancora positiva”

Innanzitutto bisogna precisare che la donna è totalmente asintomatica e si trova presso il suo domicilio. In sostanza, probabilmente, potremmo dire che siamo di fronte a una persona “ancora positiva”. In che senso? La soluzione più ovvia è che la donna abbia contratto il virus durante il raduno spirituale ma non manifestato i sintomi. Una conferma potrebbe arrivare anche dall’esperienza che abbiamo ormai immagazzinato. Prima di dichiarare una persona “guarita” abbiamo visto come occorra anche più di un mese prima che il tampone risulti negativo.

Tamponi e sicurezza

Questo caso piuttosto apre diversi scenari e soprattutto diverse problematiche. La prima chiaramente è il ritardo del tampone arrivato più di un mese dopo che la donna avesse partecipato al raduno. In sostanza questa persona, passati i primi quattordici giorni di quarantena, avrebbe potuto girare liberamente in paese per fare la spesa o comprare beni di prima necessità. Su questo però, giustamente, dovrebbero essere gli esperti a fare chiarezza. Ovvero su quanto siano virulenti gli asintomatici anche dopo più di trenta giorni.

(768)