Agropoli, febbricitante si reca al lavoro: positiva

Agropoli, febbricitante si reca al lavoro: positiva

11 Febbraio 2021 0 Di Redazione

Agropoli, febbricitante si reca al lavoro: positiva. Stamattina controlli per verificare i rischi di un possibile focolaio.


Ancora criticità legate al virus ad Agropoli in una giornata, quella di ieri, particolarmente movimentata. Nel pomeriggio presso l’aula consiliare “A. Di Filippo” di palazzo di città è andato in scena l’incontro tra il sindaco Adamo Coppola, il Dott. Cicciarello dell’ASL e alunni, insegnanti e genitori delle scuole superiori di Agropoli. Sul tavolo dell’incontro chiaramente il ritorno alla didattica in presenza nonostante la positività di una professoressa dell’istituto “Gatto”.

Precise e rassicuranti sono arrivate le risposte in primis del primo cittadino di Agropoli e in secondo momento del dottor Cicciarello dell’ASL di Salerno. In entrambi i casi gli studenti, lecitamente preoccupati, hanno ricevuto ogni tipo di delucidazione sulla questione in atto nei propri istituti.

Tutto bene, insomma, almeno fino alla fine dell’incontro con i ragazzi e anche con la dirigente Anna Vassallo. Ogni spiegazione era stata data e soprattutto si erano tranquillizzati gli animi specificando che non vi era nessun contagio all’interno della scuola.

Il tutto, come detto, fino alla serata di ieri quando, sempre dall’ASL, è arrivata la doppia comunicazione dei nuovi positivi. Una nuova lista di positivi che purtroppo ha generato nuovi problemi nel territorio comunale. Si teme infatti per un possibile focolaio dopo la positività di una persona che si sarebbe recata al lavoro per due giorni nonostante sintomi febbrili. La donna, non inserita in nessuna catena di contatti precedenti, sicuramente in buona fede avrà pensato a tutto tranne che al covid. Successivamente però alla scomparsa di gusto e olfatto è ricorsa al tampone che le ha dato esito positivo. In mattina da parte dell’ente tramite la locale stazione della Polizia Municipale verranno fatte le indagini di rito per scongiurare il pericolo del dilagarsi del virus.

Ma come se non bastasse il sindaco, con un’ordinanza in extremis, arrivata pochi minuti prima delle 23 è stato costretto a richiudere nuovamente i cancelli del Liceo “Gatto”:

Ho ricevuto la notizia di un nuovo caso di positività al Covid-19 presso il liceo “Gatto” tra gli studenti. La notizia mi è giunta proprio in questi minuti. La persona in questione, per un discorso di turnazione, non risulta essere stata a scuola da venerdì scorso. Ma al fine di agevolare la ricostruzione dei contatti da parte dell’ASL e in accordo con la dirigente scolastica, dott.ssa Anna Vassallo, che ha manifestato difficoltà nel garantire la didattica in presenza, considerato che alcuni docenti sono stati posti in quarantena, ho disposto la sospensione delle attività didattiche fino a sabato 13 febbraio.

Adamo Coppola, sindaco di Agropoli

Un momento davvero difficile, insomma, per Agropoli costretta ad inseguire il virus che pare non voler lasciare davvero un attimo di tregua complice, come sempre, anche dei comportamenti poco responsabili di purtroppo sempre più persone.