CronacaPoliticaPRIMO PIANO

Agropoli, blitz in comune della Squadra Mobile: indagato anche il sindaco Coppola

Agropoli, blitz in comune della Squadra Mobile: indagato anche il sindaco Coppola. Dodici in totale gli avvisi di conclusione delle indagini.


Dodici avvisi di conclusione di indagini sono stati consegnati nella giornata di ieri ad Agropoli e in altre varie zone del territorio. Il tutto frutto di un’articolata indagine condotta dalla squadra Mobile di Salerno con il coordinamento della Procura della Repubblica di Vallo della Lucania. Tra gli indagati ci sono anche il sindaco Adamo Coppola ed i massimi vertici della società partecipata del comune l’Agropoli Cilento Servizi. Le accuse, a vario titolo, sono quelle di concorso di corruzione, peculato, turbata libertà degli incanti, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente e falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici.

Ma tra gli indagati, come detto, non vi sono solo amministratori pubblici. Oltre a Coppola vi sono: il Presidente dell’Agropoli Cilento Domenico Gorga; il direttore Generale Giuseppe Capozzolo ed il suo predecessore Fabio Serafini; Alessandra Sepe, legale rappresentante della cooperativa Progetto Sud; Mario Di Marco, legale rappresentante della cooperativa Sos Cilento; Giuseppe Conte, legale rappresentante della cooperativa 11 Faro; Naomi Rizzo, legale rappresentante della cooperativa Futura; Francesco Cantalupo, legale rappresentante della società Cantalupo carburanti s.r.l.; Luca Gregorio, legale rappresentante della società Truck Star s.r.l; Nicola Giuseppe Igor Lombardi, responsabile di filiale Etjca-Foggia, ed Immacolata Schembri, responsabile della filiale Tempor di Salerno.

Questo invece il commento del sindaco Adamo Coppola: «Finalmente, con la notifica odierna degli avvisi di conclusione indagini, nella piena consapevolezza di aver agito nel solo ed unico interesse della nostra Città, avremo la possibilità di chiarire davanti al magistrato il nostro operato. Siamo certi di poter fornire tutti gli elementi affinché nessun dubbio possa permanere sulla correttezza e la legittimità di quanto compiuto».

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button

Rilevato blocco pubblicitario

Abbiamo rilevato che hai attivato un software per il blocco delle pubblicità. La nostra testa online ha bisogno di queste inserzioni per rimanere attiva e garantire un servizio di qualità. Non ti chiediamo nulla se non di vedere qualche banner in cambio di notizie aggiornate. Grazie La TV di Gwendalina